Ciclabili

Ciclabile della Valtenesi : Lonato - Salò
 
24 km - Percorrenza: circa 2h  - Dislivello: 440 mt
 
Una rilassante pedalata tra Lonato e Salò lungo le colline moreniche del basso Garda. Terra di colline, vigneti e uliveti, la Valtènesi costituisce un territorio privilegiato da scoprire in bicicletta. Il castello di Padenghe, il centro storico di Polpenazze ed il lungolago di Salò, sfiorati durante il percorso, meritano una breve deviazione per visitarli. 
 
Mappa --> www.gardalombardia.it
 
 
 
Lonato centro - Fornaci romane - Lonato centro
 
16 km - Percorrenza: circa 2 h - Dislivello: 190 mt
 
Dalla stazione ferroviaria, percorriamo via IV novembre fino al vicino incrocio, dove svoltiamo a destra per superare la ferrovia e imboccare, sempre sulla nostra destra, via Piave. Alla successiva rotatoria procediamo per via Isonzo e ci innestiamo sulla ciclabile per Castiglione delle Stiviere, che seguiremo fino alla deviazione per la Fornace dei Gorghi. Appena superato il sottopasso dell’autostrada, giriamo a sinistra per la sterrata via Monte Mario (0,9 km). Procediamo sempre diritti, verso sud, lungo la strada sterrata, fino a tornare su asfalto e seguire per via Molocco Sopra e, successivamente, via Molocco sotto, che ci porta alla frazione Esenta.
Al cartello che segna l’inizio della frazione (4,9 km), sempre seguendo le indicazioni per la ciclabile per Castiglione delle Stiviere, saliamo lungo via San Marco prima, che seguiremo interemante per attraversare la frazione, e proseguendo su via Damiano Chiesa poi. Giriamo a sinistra, per via Slossaroli, fino a incrociare via Corte Ferrarini sulla nostra sinistra (8,3 km). Da qui faremo una piccola deviazione per il sito archeologico di Fornace dei Gorghi proseguendo fino alla grossa rotatoria, attraversandola in direzione di Castiglione sulla corsia ciclabile e seguendo poi le indicazioni per la Fornace.
Dopo la visita al sito archeologico abbandoniamo la ciclabile per Castiglione e riprendiamo a pedalare per via Corte Ferrarini, costeggiando il locale kartodromo fino al termine di via Slossaroli per girare a sinistra e arrivare alla frazione di Brodena (12,3 km). Da qui si girare a destra e proseguire verso nord per l’omonima via, che percorriamo fino a incrociare via Marziale Cerutti. Qui giriamo a sinistra e continuiamo fino a giungere al cavalcavia che, superata la ferrovia, ci conduce nei pressi della Stazione da cui siamo partiti.
 
Mappa e GPS  --> www.gardalombardia.it
 
 
 
Lonato - Padenghe - Lonato
 
13 km - Percorrenzacirca 2 h - Dislivello 260 mt
 
Dalla piazza dove si trova il Municipio di Lonato del Garda ci dirigiamo sotto la torre civica e prendiamo verso nord, percorrendo via Trento e Trieste, via De Gasperi e via San Zeno, che si succedono una dopo l'altra. Arrivati su via XXIV maggio, prima dell'abitato di Sedena, prendiamo via Reparè sulla nostra destra (2,4 km) per poi proseguire lungo via Cuccagna, che diventa presto sterrata e ci conduce fino al castello di Drugolo (5,2 km). Dopo aver ammirato l'incantevole scenario che ci offre il castello e l'attiguo borgo rurale, risaliamo lungo via Cappuccini, che si addentra per il bosco che copre le colline circostanti in direzione est, siperiamo un maneggio dismesso (6,2 km) e seguiamo la sterrata che piega in direzione nord. Oltrepassato un gruppetto di case procediamo poi in discesa, fino a incrociare Via Ronchi (7,7 km), dove svoltiamo a destra e ci innestiamo sulla ciclabile per Lonato del Garda, che seguiremo fino a tornare al punto di partenza, dopo acer attraversato località Ronchi, S.Anna e aver preso l'ultimo tratto sulla ciclabile lungo la SP25.
 
Mappa and GPS --> www.gardalombardia.it 
 
 

Brescia - Lonato - Desenzano - Pozzolengo
 
33 km - Percorrenza: circa 3 h 
 
Maggiori informazioni : http://public.provincia.brescia.it/percorsi-ciclabili/percorso_04.php
 
 
 
Alla scoperta della bonifica del Chiese
 
45 km - Percorrenza: circa 4 h - Dislivello : 410 mt
 
L'itinerario proposto, con partenza da Lonato, percorre il basso Lago di Garda, un paesaggio caratterizzato dalle dolci colline moreniche, formatesi in seguito alle fasi di espansione e ritiro dei ghiacciai e dalla pianura alluvionale del Chiese.
 
Maggiori informazioni: www.inlombardia.it 
 
 
 
Tra Napoleone Bonaparte e Napoleone III
 
39 km - Percorrenza: 4 ore - Dislivello: 544 m
 
L’itinerario ad anello porta alla scoperta del percorso seguito da Napoleone Bonaparte e da Napoleone III e dai rispettivi eserciti sulle colline moreniche del Basso Garda.
 
Maggiori informazioni: www.inlombardia.it
 
 
TOUR LAGHETTO POLECRA
Esenta - San Polo - Esenta
 
7, 7 km -  Dislivello max: 215 m
 
Dal parcheggio del campo sportivo di Esenta (125 m slm) si prosegue lungo Via San Marco in direzione Nord fino ad incrociare e seguire Via Vallone. La strada, fino ad ora asfaltata, diventa sterrata e la si segue per oltre un chilometro quando, usciti dal bosco e superata una cascina sulla destra, in corrispondenza di un bivio con un grande albero si volta a sinistra.
La strada sale con un largo tornante che aggira un parco privato quando, subito prima della villa, si svolta a sinistra inoltrandosi in un’area boscosa.
Dopo circa 200 metri, giunti a un quadrivio, si prende a destra salendo per uno stretto sentiero che si fa sempre più panoramico e che corre sulla cresta del monte Nuvolo, isolato colle in mezzo alla pianura.
Superati alcuni capanni di caccia si arriva su un ampio prato con al centro il laghetto di Polecra (215 m slm), con annessa piccola costruzione rurale. Qui la vista spazia dal Lago di Garda agli Appennini, dal Monte Baldo alla città di Brescia e alle sue più alte montagne ed è molto suggestivo attendere il tramonto con il sole che scende sulle lontane montagne piemontesi, quando la visibilità lo consente.
Dopo una pausa si prosegue in discesa lungo il sentiero, ora più largo, tenendo la destra in corrispondenza di una sbarra e poi tra campi coltivati, raggiunge la strada asfaltata di Via San Tommaso, nell’omonima località, dove è presente anche un parcheggio. Qui si svolta a sinistra camminando sulla strada asfaltata e, raggiunto un dosso con un quadrivio, tenendo sempre la sinistra il percorso scende lungo la sterrata Via dei Ronchi verso la frazione di San Polo.
Alle prime case si prende nuovamente a sinistra in direzione Sud proseguendo per circa un chilometro, trascurando i numerosi bivi che s’incontrano.
L’ambiente è caratterizzato prima dalla presenza di campi coltivati e poi dall’ombra del bosco fino a quando, ad un evidente incrocio, si gira a sinistra e si prosegue il cammino per raggiungere la villa incontrata all’andata  e ripercorrere a ritroso l’itinerario fino al  punto di partenza. 
 
Attenzione: da non percorrere nei periodi di apertura della caccia, generalmente da metà settembre a metà dicembre, per la presenza di numerosi appostamenti fissi di caccia.