Monumento ai Caduti

Il monumento ai caduti, situato nella piazza principale del paese, è composto da una statua di bronzo, allegoria della Patria, con ai piedi un soldato morente. Sul basamento di pietra calcarea e sul retro della spalliera di pietra sono incisi i nomi dei caduti.
 
La costruzione del monumento fu possibile grazie all’impegno del Comitato “Pro Monumento ai caduti” sorto a Lonato nel 1919 che raccolse fondi e organizzò una lotteria, che ebbe luogo il 26 febbraio 1922.
 Alla realizzazione del monumento partecipò attivamente il Presidente Onorario del Comitato, il senatore Ugo Da Como, che coinvolse importanti personalità nell’iniziativa.
 
Come luogo dove collocare il monumento, anche per intervento dello scultore Luigi Contratti, fu scelta la piazza che il Comune di Lonato sistemò appositamente im quesgli anni.
 
Il materiale bronzeo, ossia 15 quintali di residuati, venne inviato ad una fonderia torinese.
Lo scultore incaricato dal 1921 del progetto, Luigi Contratti, lavorò al modello del monumento ma si interruppe nel settembre del 1923 a causa di gravi problemi di salute. Dopo la sua morte, la scultura fu portata a termine da un suo collaboratore, designato dallo scultore stesso. L’inaugurazione fu il 19 ottobre 1924.
 
Nel 1940, a causa della richiesta da parte dello Stato di monumenti bronzei per recuperare materiale da fondere per il secondo conflitto mondiale, anche il monumento ai caduti di Lonato rischiò di andar perduto. Fortunatamente nel 1943 le requisizioni dei monumenti in area bresciana si interruppero e, come molti altri in provincia, esso si salvò dalla fusione.
 
 
 
 
Informazioni tratte dal Catalogo Generale dei Beni Culturali
 


Lonato Piazza Martiri della LibertÓ