LocalitÓ Lazzaretto

La località prende il nome dal fatto che, durante il periodo della peste seicentesca, in questo luogo furono portati gli appestati per collocarli in isolamento salvaguardando la popolazione del borgo, istituendo così un lazzaretto.
 
La fontana che si può ammirare veniva utilizzata pe lavare e per raccogliere acqua. Originariamente era collocolata in piazza del Municipio e si racconta che ad essa si dissetò Napoleone dopo la battaglia contro gli Austriaci avvenuta nel 1796. La fontana fu spostata nell’attuale posizione nei primi anni del Novecento.
 
Oggi da qui parte il sentiero CAI 803 che raggiunge che conduce a Esenta e si collega successivamente al sentiero CAI 805 che termina a Madonna della Scoperta. 
 
Lungo il percorso è possibile percorrere quel che per un periodo fu il campo di Tiro a Segno di Lonato del Garda. Collocato dapprima nella località Filatoio, verrà spostato in località Lazzaretto conseguentemente alla costruzione del tronco ferroviario del tram Castiglione-Desenzano (circa anno 1911) . All'inaugurazione del Campo di Tiro, nell'aprile del 1862, partecipò anche Giuseppe Garibaldi assistendo ad alcuni colpi di tiro.